sul web

 

numero 1 - anno XIII

(gennaio - febbraio 2004)

Editoriale


 

Versate la vostra quota e partecipate di più 

Di Antonio Domenico Trivilino

I versamenti a favore del nostro sodalizio hanno registrato un'inversione di tendenza e sono aumentati nel 2003. Nel 2002 erano stati particolarmente scarsi e si temeva la chiusura dell'Associazione per mancanza di fondi e di soci. La partecipazione dei soci comunque, a parte le serate dove ci sono state manifestazioni specifiche (la serata in collaborazione con l'Associazione russa si è rivelata un successo enorme), è rimasta bassa anche se più numerosa del 2002. Rischiamo ancora di chiudere sia per motivi strettamente finanziari e/o per mancanza di partecipazione, ma il pericolo sembra attenuato rispetto agli anni precedenti. Si ricorda ancora una volta che le manifestazioni non si fanno da sole. 

Dopo oltre dieci anni anche quest'anno non abbiamo festeggiato il Natale con il tradizionale cenone, ci siamo dovuti accontentare di fare una tombolata e poi scambiarci gli auguri di Buon Natale e Felice 2004. Come già scritto e detto altre volte noi non abbiamo la capacità di creare falsi bisogni, al massimo siamo in grado di soddisfare dei bisogni reali. Se gli italiani residenti in Norvegia, in particolare nella zona di Oslo, non sentono il bisogno di incontrarsi con altri italiani per una discussione civile non sarà certamente la nostra sede a creare questo bisogno. 

L'esperienza ci ha insegnato che le nostre associazioni hanno un ciclo quasi fisiologico: nascono, crescono e muoiono. Tra una nascita e l'altra c'è un periodo senza che ci sia una nostra voce. Questa volta sembra che non ci sarà il funerale della nostra Associazione.

Come detto sembra la tendenza negativa sia invertita adesso bisogna rafforzare questa direzione positiva: rinnovate la vostra adesione versando la quota associativa tramite il conto nr. 787805 52947 (bollettino), non dimenticate di scrivere il vostro nome in modo leggibile e la causale "Iscrizione 2004", o pagare direttamente a mano al nostro cassiere Giuseppe Valvo. 

Si ricorda ancora una volta che fare delle inserzioni sul nostro giornale e/o nel nostro sito internet (banner) sono anche degli ottimi modi per sostenere l'Associazione. La nostra edizione elettronica è letta da moltissimi Italiani residenti in Italia che per un motivo o per un altro sono interessati alla Norvegia. In particolare da Italiani che hanno deciso di trascorrere una vacanza in Norvegia. Molti dei nostri lettori on-line sono norvegesi o residenti in Norvegia. L'esistenza della nostra Associazione è legata al tuo contributo ed alla tua attiva e fattiva partecipazione. 

 


 

UNO SCRITTORE NORVEGESE D'ORIGINE ITALIANA 

Di Luigi di Ruscio 

Uno scrittore norvegese che noi dovremo conoscere meglio è Aleksander Melli, d'origine italiana, nato nel 1971, viene in Norvegia a 12 anni, pubblica la sua prima raccolta di poesie norvegesi all'età di 19 anni nel 1990, "En tidlig morgen". 

In pochi anni pubblica una diecina di libri (raccolte di poesie, romanzi) che si pongono subito all'attenzione della critica. Vive saltuariamente in Sicilia, a Parigi ed ad Oslo dove ha la residenza. Nel 2001 vince il premio letterario "De noske leseprisens ekstraprire". Ecco l'elenco non completo delle sue opere: 

Ein Tidlig morgon (1990) 

Tilfeldighetsmorderen (1993) 

Gagarins øyne (1994) 

Skytsengkene (1997) 

De medskyldige (1997) 

Syv historier (1999) 

Skyggebokeren (1999) 

Mi permetto di tradurre in italiano una poesia di Melli. 

GLI OCCHI DI GAGARIN 

Uno spesso strato di cielo 

si è formato sopra le nubi. 

Io rimpiango le crepe della forza di gravità. 

La creazione si è placata; 

poche cose sono state create perché io possa gustarle. 

Solo perché un uomo è nella decappottabile Mazda 

ho avuto il biglietto valido per il posteggio 

e questo mi commuove. 

Oh mare, tu che giaci ed inviti 

alla meditazione per una astratta sorte 

mi molesti come il capello sprofondato nel brodo 


 

Oggetto: ESTERO MERCI - APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO DELL'UNIONE EUROPEA 2560/2001 IN MATERIA DI TARIFFAZIONE DEI BONIFICI TRANSFRONTALIERI DI IMPORTO NON RILEVANTE

 Di Antonio Domenico Trivilino 

"Si comunica che a partire dal 1. luglio 2003 è entrata in vigore nel nostro paese la normativa prevista dal Regolamento dell'Unione Europea2560/2001, che obbliga all'applicazione delle medesime condizioni tariffarie in uso per i bonifici domestici anche per i bonifici transfrontalieri, e sono state introdotte modifiche procedurali riguardanti"

.......... 

La circolare parzialmente riportata ci ricorda che tra poco saremo solo noi, residenti in Norvegia con una pensione italiana o residenti in Italia con una pensione norvegese, a dover pagare delle spese bancarie enormi per ricevere la pensione che ci è dovuta. Si tratta spesso di pensioncine e pertanto queste spese, non di rado oltre15 euro, riducono drasticamente il valore della pensione stessa. 

Purtroppo la Norvegia si trova in quella specie di limbo che si chiama Spazio Economico Europeo che spesso viene dimenticato da tutti meno che da noi che in questo limbo abitiamo. Preghiamo pertanto le autorità diplomatiche italiane in Norvegia e quelle norvegesi in Italia a lavorare affinché la circolare all'oggetto venga applicata anche per le rimesse dalla Norvegia e dall'Italia. 

 


 

Mostre 

Il Pittore Ivo Di Mattia nato nel 1928 a Tortoreto, padre di un nostro associato, espone una serie di quadri presso la galleria GALLERIA RUSTICANA, Middelthvnset. 11, 0368 Oslo. 

Bjørg Andersen così scrive: Ivo di Mattia è un artista figurativo, pieno di sentimento poetico. Ha un'arte ricca di un'infinita gamma di colori e di notevole finezza nelle gradazioni cromatiche e nel dosaggio della luce. 

 


Recensioni 

"La rabbia e l'orgoglio" di Oriana Fallaci

La lettura di questo libro ci ha lasciati letteralmente a bocca aperta. Non avevamo mai letto prima un libro così pieno di pregiudizi contro gli appartenenti alla fede islamica ed un'apologia sfacciata dello splendore degli Stati Uniti d'America. 

Il motivo della scrittura del libro è il famosissimo atto terroristico che ha distrutto 11 settembre 2001 le Torri gemelle di Nuova York facendo un numero imprecisato di vittime innocenti, oltre tremila. 

Sia detto per inciso non siamo assolutamente d'accordo con gli autori ed i moventi dell'atto terroristico. Il terrorismo non ha mai risolto nulla. Questo folle atto non giustifica gli attacchi, veri conati di vomito contro la cultura e la civilizzazione islamica. 

L'analisi fatta dalla Fallaci è talmente superficiale che si apre a numerosissimi attacchi. Restiamo stupiti che un'autrice così sensibile e una giornalista così tagliente si sia dimostrata così ingenua e così imprecisa. Non resistiamo a ricordare alla Fallaci che non tutti gli Italiani sono stati o vengono accolti così bene in America come quelli da lei citati. Innumerevoli sono stati i casi di linciaggi e di processi farsa contro cittadini statunitensi di origine italiana, per non parlare degli africani. Basta citare Sacco e Vanzetti. 

Gli immigrati che si trasferiscono in Europa non vengono per imporre le bandiere verdi di Allah, ma per un futuro migliore per sé stessi ed i loro figli. Le bandiere verdi di Allah sono state imposte con la spada nel passato e non facendo i lavori più umili per sfamarsi. Nella sua paura di poter essere stata costretta a dover usare il tedesco in caso di una vittoria nazista nel 1945 e o il russo in caso di vittoria dell'Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche la Fallaci dimentica che adesso usa l'inglese. Infatti il libro è pieno di citazioni in inglese. 

Concludiamo facendo notare che difficilmente un libro abbia contribuito in misura così forte a far aumentare il razzismo tra gli italiani e tra gli europei ( il libro è stato immediatamente tradotto nelle maggiori lingue europee) come "la rabbia e l'orgoglio" 

Il libro: "La rabbia e l'orgoglio" di Oriana Fallaci. Rizzoli, 2001. Edizione norvegese (traduzione, su esplicita richiesta dell'autrice dall'edizione inglese) (Raseri og stolthet)

Diventare socio è facile, basta versare la quota associativa sul nostro conto!

Quote associative:

Famiglia Nok 400, Singolo Nok 300, Pensionati Nok 200.

La quota associativa può essere versata a mezzo:

- Postgiro 787805 52947 - bollettino

 

 

© AIN - L'Aurora, tutti i diritti riservati.