Kildeskatt – Tassazione alla fonte sulle pensioni

In questi giorni i pensionati titolari di una pensione norvegese e residenti in Italia, sono 228 il numero esatto, hanno ricevuto una lettera che li avvisa che a partire dal primo gennaio 2010 ci sarà una tassazione alla fonte pari al 15% dell’importo della pensione. Ma c’è la possibilità di di ottenerne l’esenzione. In addizione al 3% che serve a coprire le spese mediche. La cifra erogata dallo stato norvegese in pensioni ai pensionati residenti in Italia è di 22 007 710 corone norvegesi all’anno. Il prelievo alla fonte è stato fatto nonostante ci sia un accordo bilaterale tra il Regno di Norvegia e la Repubblica Italiana ratificato a Roma il 17 giugno 1985 al fine di evitare la doppia tassazione. Si ricorda però che tra le finalità dell’accordo c’è anche quello di combattere l’evasione fiscale. Infatti i pensionati residenti in Italia che inviano un certificato rilasciato dall’ufficio di residenza possono essere esentati dal prelievo alla fonte. La documentazione può essere scritta in italiano.

I recipienti di pensioni dei dipendenti statali o comunali, anche se il pagamento avviene tramite terzi, sono tenuti in linea di principio a pagare le tasse in Norvegia. Comunque i cittadini italiani titolari di pensioni di dipendenti statali o comunali norvegesi residenti in Italia e paganti le tasse in Italia possono essere esentati dal pagamento delle tasse in Norvegia.
Si ricorda inoltre che chi è vissuto in Norvegia per meno di un anno è tenuto a pagare le tasse per un anno dopo l’avvenuto trasferimento mentre chi è vissuto in Norvegia per più di 10 anni resta soggetto alla tassazione in Norvegia per tre anni. Queste sono le regole basilari ma ci sono molte eccezioni.

Per ulteriori informazioni rivolgersi direttamente a: Skatt nord avd. Fauske, Postboks 6310, 9293 Tromsø, Norvegia.
E-mail: skattnord@skatteetaten.no

Ci sembra giusto che anche i pensionati paghino le tasse o in Norvegia o in Italia, ma ci sembra che i tempi di attuazione della nuova legge siano troppo brevi specialmente tenendo conto che i certificati per ottenere l’esenzione vengono rilasciati da autorità straniere.

A. D. Trivilino

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *