Elezioni parlamentari in Norvegia: vittoria delle sinistre

L'autobus della consulta per l’immigrazione di Oslo

Le elezioni nazionali norvegesi si sono concluse con una vittoria delle sinistre. Al crollo di SV (Partito della Sinistra Socialista) ha sopperito l’avanzata del Arbeiderpartiet (Partito Laburista,  il partito socialdemocratico norvegese per eccellenza) e la tenuta del SP (Partito di Centro). Il centro è riuscito ridottissimo confermando una tendenza a una specie di polarizzazione SV e AP per il blocco delle sinistre, Høyre (Destra, il partito liberale) e FRP (Partito del Progresso) per il blocco delle destre . Come si è già osservato il centro formato dai partiti Venstre (Sinistra) e Kristligfolkeparti (Partito Cristiano Popolare) si sono ridotti al minimo e sembrano destinati a scomparire dalla scena politica norvegese. Il vento di destra che soffia in tutta l’Europa è stato fermato per la prima volta in Norvegia, anche se in realtà la destra viene rafforzata, e riaffermato in Grecia.

Il ruolo degli elettori di origine straniera è stato determinante per la vittoria delle sinistre nel Regno di Norvegia. Nelle città di Oslo le sinistre hanno fatto da padrone solo nei quartieri popolati da minoranze etniche. Sembra un paradosso ma solo un rappresentante di origine straniera è stato eletto al parlamento. La consulta per l’immigrazione di Oslo, pur non prendendo una posizione partitica, ha giocato un ruolo determinante. Su un autobus scoperto e con tanta musica ha incitato tutti, in particolare ai cittadini di origine straniera, ad esercitare il diritto di voto. L’incitamento è stato fatto dal vivo in norvegese, arabo, inglese, spagnolo, francese, urdo/hindi, somalo, portoghese, polacco, islandese, ibo, lappone , russo ed anche in italiano. Gli slogans più usati sono stati quelli di chi non vota non decide. Non lasciare agli altri decidere la tua vita. La consulta per l’immigrazione di Oslo esporrà una petizione al Governo norvegese affinchè i diritti delle minoranze siano rafforzati. In particolare l’ insegnamento gratuito della lingua norvegese a tutti gli stranieri ed investimenti maggiori nelle scuole frequentate in maggioranza da alunni appartenti a minoranze etniche. Maggiori contributi alle associazioni delle minoranze etniche. Maggiori assunzioni di membri delle minoranze etniche nell’apparato statale a tutti i livelli. Diritto alla doppia cittadinanza. Il nostro voto è stato determinante, una fetta della torta tocca anche a noi.

ADT

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *