2020 ultimo anno dell’Associazione Italiani in Norvegia e del suo notiziario L’AURORA

Carissimi soci e simpatizzanti dell’Associazione Italiani in Norvegia e dell’Aurora è con profonda tristezza che vi rendo noto che il 2020, dopo 28 anni, sarà l’ultimo anno dell’esistenza della nostra Associazione. Solo 15 persone hanno rinnovato la quota associativa per il 2020 e solo 4 hanno fatto l’abbonamento al giornalino fino ad oggi. Inoltre il Consiglio dell’Associazione è ridotto al Presidente ed a un solo Consigliere pertanto non ci sono i presupposti per continuare.

Inoltre, come potete vedere dalla foto, la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha rifiutato il sussidio a “L’Aurora” per l’anno 2018 grazie al parere sfavorevole espresso dall’Ambasciatore d’Italia nel Regno di Norvegia, Alberto Colella.

In questo contesto ci dispiace ricordare che il COMITES di Oslo ha espresso parere sfavorevole per l’anno 2017 e non ha espresso nessun parere per il 2018 contribuendo in questo modo al rigetto della nostra domanda per i contributi.

Come forse già sapete l’Associazione era tenuta in vita economicamente da questo contributo. Infatti i lavori erano svolti gratuitamente da Antonio Domenico Trivilino, Salvatore Massaiu e Federico Venzi. Le uniche spese erano quelle di spedizioni (francobolli) e di stampa. Con L’Aurora cessa di esistere l’unica voce pubblica italiana in Norvegia, voce evidentemente non gradita dall’Ambasciatore Alberto Colella. Ringraziamo tutti i collaboratori occasionali.

Naturalmente ci sarà un’Assemblea Generale Straordinaria dei soci, a causa del coronavirus a data da stabilirsi, per chiudere completamente o lasciare il nome senza nessun impegno oltre a  quello di ritrovarci in qualche locale del centro di Oslo una volta al mese. 

Ci dispiace di non essere riusciti ad attirare i nuovi arrivati e sembra un paradosso che con il vertiginoso numero dei nuovi arrivati siamo costretti a chiudere. Purtroppo siamo costretti ad accettare la realtà. Ci dispiace perchè il venerdì in sede e le cenette erano dei momenti luminosi per i nostri anziani. A loro chiedo scusa per la mia incapacità di allargare il numero dei soci. Per rispetto dovuto ai soci paganti la nostra sede, quando il coronavirus lo permetterà, resterà aperta come al solito tutti i venerdì dalle ore 1900 e il giornalino avrà come al solito di 6 (sei) numeri. 

Il numero delle copie sarà ridotto e spedito a partire  dal nr. 3 solo ai soci e agli abbonati in regola con i pagamenti per 2020. 

Il Presidente Antonio Domenico Trivilino

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.