Ripartiamo dall’Italia. Ripartiamo dall’Europa

Pronti a nuove sfide. Con ancora più convinzione. Le elezioni politiche del 4 marzo hanno visto l’affermazione del PD come primo partito in Europa. Sono stata eletta in Senato con circa 35mila voti di preferenza. Un risultato per il quale esprimo il mio più profondo, sentito e sincero ‘grazie!’. A chi ha promosso comitati in mio sostegno e a tutte le lettrici e lettori di Aurora che mi hanno voluto esprimere la propria fiducia. Con il proprio voto gli italiani in Europa hanno scelto di premiare i risultati raggiunti dal PD negli ultimi cinque anni, compreso il recupero di credibilità dell’Italia all’estero. Un valore che avevamo perso negli anni dei Governi di destra. E che speriamo di non vedere andare di nuovo in fumo a causa dell’imprinting populista e demagogico che 5stelle e Lega stanno già dando alla nuova legislatura. Le Consultazioni stanno facendo emergere in modo chiaro l’evidente inadeguatezza di alcune formazioni politiche. Nonostante l’urgenza imposta dalla crisi siriana e dai fragili equilibri internazionali, nonostante la necessità di dare subito un Governo stabile e solido al nostro Paese, collocato al centro del Mediterraneo, pentastellati e coalizione di centrodestra continuano a non assumersi la responsabilità che viene loro dalle urne. Per paura di perdere consensi. Mentre sono riusciti subito a trovare un accordo per spartirsi gli incarichi in Parlamento. Per quanto mi riguarda in questa legislatura ho intenzione di ispirarmi a eventuali buone pratiche in atto nel Nord Europa. Ad esempio buone prassi sperimentate in Paesi come la Norvegia, che da sempre si contraddistingue per il livello e la qualità del welfare sociale. Sarò ben lieta di accogliere eventuali suggerimenti che mi vorrete mandare. Il mio rapporto con i territori si basa anche proprio su un dialogo costante. Accolgo con piacere le istanze che vengono dalle nostre comunità all’estero. Sia quando si tratta di segnalazioni di problematiche. Sia quando sono informazioni utili, dalle quali possa scaturire una eventuale proposta di legge In Parlamento intendo promuovere un’opposizione seria e costruttiva. Per sostenere le tematiche che ci stanno più a cuore: Lingua e cultura. Made in Italy. Contrasto, anche internazionale, alla criminalità organizzata e sostegno ai ricercatori italiani all’estero. Sostegno a chi vive fuori. Ma anche a chi sceglie di rientrare. Per tutelare i valori della democrazia e i diritti degli italiani nel mondo. E potrò farlo grazie al sostegno che mi avete espresso. Per questo, dalle pagine di L’ Aurora, mi preme inviare ancora un grazie davvero sincero a tutte/i.

di Laura Garavini, senatrice del PD eletta nella circoscrizione Europa

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *