Intitolata a Luigi di Ruscio la biblioteca dell’istituto italiano di Cultura di Oslo

Intitolata al nostro socio, il poeta e scrittore Luigi Di Ruscio, la riaperta biblioteca dell’Istituto Italiano di Cultura di Oslo.

Venerdì  22  settembre alla presenza dell’Onorevole Laura Garavini e  dell’Ambasciatore d’Italia in Norvegia, Giorgio Novello, è stata riaperta la biblioteca dell’Istituto Italiano di cultura di Oslo. La biblioteca è stata intitolata al nostro socio, il poeta e scrittore fermano Luigi Di Ruscio.  Il Direttore dell’Istituto, Matteo Fazi, ha ricordato brevemente le opere di Luigi e il loro significato nel contesto della letteratura italiana moderna.

L’Onorevole Laura Garavini, l’Ambasciatore d’Italia, Giorgio Novello, il Direttorette dell’Istituto Italiano di Cultura di Oslo, Matteo Fazi

L’Ambasciatore d’Italia ha ricordato alcune attività svolte dall’Ambasciata d’Italia atte a promuovere l’immagine dell’Italia e promuovere la collaborazione con istituzioni norvegesi in molteplici campi, da quello scientifico a quello culturale,

senza tralasciare quello gastronomico. L’Ambasciatore ha anche ventilato l’ipotesi della creazione di un parco letterario dedicato al nostro Luigi Di Ruscio. La cerimonia alla quale erano presenti molti connazionali si è conclusa con la presentazione delle attività che svolge il Consolato d’Italia , presentata dal Responsabile Consolare Roberto Albergo, e quelle che svolgone le varie associazioni italiane presenti in Norvegia. La Dante è stata presentata dal Presidente Sergio Scapin, la Giovene Italia dal Presidente Antonio Spagnolo, l’Associazione Italiani in Norvegia dal Presidente Antonio Domenico Trivilino e Comunità Cattolica Italiana a Oslo da Raffaele Romeo.

Erle Wold ha letto una delle poesie di Luigi Di Ruscio “Ovunque l’Ultimo”.

 

Riportiamo la poesia “Ovunque l’ultimo”

Ovunque l’ultimo
per questa razza orribile di primi
ultimo nella sua terra a mille lire a giornata
ultimo in questa nuova terra
per la sua voce italiana
ultimo a odiare
e l’odio di quest’uomo vi marca tutti
schiodato e crocifisso in ogni ora
dannato per un mondo di dannati.

Nella foto: Erle Wold legge la poesia di Luigi Di Ruscio “Ovunque l’ultimo” da sinistra a destra il Presidente dell’Associazione Italiani in Norvegia, Antonio Domenico Trivilino, il Direttorette dell’Istituto Italiano di Cultura di Oslo, Matteo Fazi , l’Onorevole Laura Garavini, il Responsabile Consolare di Oslo Roberto Albergo

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *