L’ombra del terrorismo è scesa anche sulla Norvegia

Riportiamo con profonda tristezza il messaggio inviatoci dall’ Ambasciata d’Italia in Norvegia:

 Si informano tutti i connazionali residenti in Norvegia che, a seguito del  recente ritrovamento di un ordigno esplosivo ad Oslo, le Autorità norvegesi competenti in materia di sicurezza hanno innalzato il livello di allerta relativo alla possibilità di un atto terroristico in questo Paese da “possibile” a  “probabile”.  L’innalzamento del livello di allerta resterà in vigore per un periodo di 8 settimane . Adeguate misure di sicurezza sono già state adottate dalla Polizia norvegese che ha intensificato i controlli ed i pattugliamenti armati in numerose aree sensibili.

Si invitano pertanto tutti i connazionali ad attenersi ad una condotta ispirata alla massima prudenza e cautela evitando luoghi e situazioni che possano apparire pericolosi dal punto di vista della sicurezza.  I connazionali sono altresì invitati a rivolgersi alle Forze dell’ordine norvegesi per qualunque segnalazione relativa a persone, luoghi, eventi e  situazioni che possano suscitare fondati sospetti sul piano della minaccia alla sicurezza pubblica.

Informazioni aggiornate dalla Polizia norvegese potranno essere tratte dal seguente link:

https://www.politi.no/nyhet_16793.xhtml

Con l’occasione si rivolgono i migliori auguri di buona Pasqua.

Consigliere Antimo Campanile

Ambasciata d’Italia a Oslo”

Il terrorismo di matrice islamica che ha colpito duramente molte nazioni europee, per non parlare delle nazioni mediorientali e africane, sembra essere arrivato anche nella pacifica Norvegia. Sotto la spinta di questa minaccia sono riapparse pattuglie armate della polizia norvegese. Chi ha vissuto a lungo in Norvegia conosce bene che la polizia pattugliava disarmata e noi desideriamo che torni ad essere disarmata al più presto possibile. Studi condotti per conto della Polizia concludono che i pattugliamenti disarmati contribuiscono ad abbassare la pericolosità conflittuale tra i cittadini e la polizia. In particolare i residenti stranieri sono maggiormente colpiti dal pericolo che scaturisce dalla polizia armata.  Temiamo inoltre che questo comportamento inqualificabile di gente che è disposta a farsi ammazzare ed a ammazzare  in nome di Dio possa scatenare una guerra di religione. Riteniamo la cosa estremamente improbabile ma non del tutto impossibile.  Sicuramente questi atti ostacolano l’integrazione di immigrati di religione islamica in Europa.

Invitiamo i nostril lettori a seguire i consigli dell’Ambasciata d’Italia ad Oslo ma continuando a vivere la loro vita di sempre altrimenti i terroristi hanno già vinto.

ADT

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *