Ha un senso un’ Associazione Italiani in Norvegia nel 2016?

La statua dello scultore francese BRUNO CATALANO simbolizza il vuoto che si produce in ogni essere umano quando si è obligati ad abbandonare la propria casa, la propria terra, la propria lingua, le proprie radici per qualsiasi ragione
La statua dello scultore francese Bruno Catalano simbolizza il vuoto che si produce in ogni essere umano quando si è obbligati ad abbandonare  la propria casa, la propria terra, la propria lingua, le proprie radici per qualsiasi ragione

Nel mondo della globalizzazione, nel mondo degli spostamenti rapidi e poco costosi, nel mondo delle comunicazioni in cui a volte è difficile capire se si è qui o lì, ha un senso appartenere all’Associazione Italiani in Norvegia? La risposta ce la dà l’artista francese Bruno Catalano con la sua stupenda statua. In ognuno che lascia la propria terra si crea un vuoto profondissimo. Ed è proprio questo vuoto che l’Associazione cerca di colmare.

Fin dai tempi più remoti una delle massime pene che si potevano infliggere era quella dell’esilio e l’emigrazione non è altro che un esilio non forzato(?). L’Associazione è il luogo dove si può usare la propria lingua, crearsi nuovi amici, ricevere consigli da chi è vissuto in Norvegia da tanto tempo. È il luogo dove il distacco traumatico di non appartenere alla propria terra viene parzialmente lenito. È il luogo dove si mantiene la propria dignità e l’orgoglio di appartenere al popolo italiano.

La partita a carte, quelle napoletane e non quelle da poker, le giocate a tombola e non a bingo, le cenette ricreano un’appartenenza al Paese d’origine. Sono in molti a cercare quest’appartenenza partecipando alle serate culturali organizzate dall’Istituto Italiano di Cultura di Oslo o alle serate organizzate dalla Dante Alighieri.  Sia ben chiaro: l’Associazione Italiani in Norvegia non è in concorrenza con queste istituzioni, anzi ha cercato sempre di unire le forze con loro. L’Associazione è qualcosa di ben diverso: è il sentirsi a casa, è la possibilità di usare anche il dialetto, è il poter ricordare insieme la vita trascorsa in Italia e quella trascorsa in Norvegia con qualcuno che ti capisce perché ha le tue stesse esperienze.

Questa è l’Associazione Italiani in Norvegia e questi sono i motivi per cui ti chiediamo di associarti e di dare il tuo contributo alle nostre attività. Benvenuti.

adt  

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

2 comments

  1. Bellissimo articolo!!!
    Si lascia un vuoto e si cerca di riempirlo con il condividere pensieri e consigli,con persone nuove, insieme ad un sorriso che se ricevuto fa piacere, se regalato non impoverisce.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *